fbpx
blog aziendale

L’importanza del blog aziendale sul tuo sito web

Perchè creare un blog aziendale sul tuo sito web, quali sono i vantaggi e quali le linee guide per sfruttarlo al meglio.

Uno degli strumenti di marketing più sottovalutato ma molto efficace nell’era del web è proprio il blog aziendale, un mezzo potentissimo che contribuisce tantissimo alla crescita delle aziende, apportando benefici e vantaggi che sarebbe proprio da sciocci non considerare.

Il Blog Aziendale: i vantaggi

I vantaggi di avviare e curare un blog, come sezione del sito web aziendale, sono davvero tanti.

  • Incremento delle visite sul sito web

Il primo dei vantaggi dell’integrazione del blog sul sito web è l’incremento delle visite, grazie alla ricerca sui motori di ricerca. Gli articoli, se rispettano una serie di criteri, innescano un meccanismo di passaparola e condivisione che automaticamente porterà altre persone sul sito web che, se interessati, visiteranno altre sue pagine e che sarà più facile convertire da utenti a clienti.

  • Costruzione del brand e fidelizzazione

Attraverso il blog, è molto più facile andare a creare un’immagine maggiormente credibile dell’azienda, facendo emergere le proprie competenze e suscitando curiosità e poi fiducia in chi legge i vari articoli. Se gli argomenti sono correttamente constestualizzati all’azienda, il lettore comincerà a consultarvi regolarmente, consolidando il rapporto con l’azienda (la cosiddetta fidelizzazione)

  • Miglioramento SEO

Sempre se i contenuti son originali e scritti secondo determinate linee guida, vi è un’altissima probabilità che finiscano tra i primi posti sui motori di ricerca andando quindi a migliorare l’indicizzazione e il posizionamento dell’intero sito web.

Contenuti del Blog Aziendale

Pianificazione

Affinchè il Blog sia ottimizzato e quindi abbia successo, non si può assolutamente improvvisare nella pubblicazione di contenuti. Per evitare questo, la strategia migliore è quella di elaborare un piano editoriale che permetterà di identificare sempre, nel processo decisionale dei contenuti da pubblicare, quale è la mission e quali sono i messaggi che si vogliono veicolare. Pianificando per tempo, oltre ad aver ben chiaro l’obiettivo, è più facile tenere una certa coerenza relativa al tone of voice, agli argomenti, il tipo di immagini o video, etc e relativa al target di pubblico a cui si vuol parlare.

Scrittura

Una volta pianificato il tutto, è il momento di avviare la scrittura degli articoli. Prima regola in assoluto: non copiare. Gli articoli devono essere originali e fornire informazioni, fornire risposte o risolvere problemi che altri non hanno già fatto.

4 Regole generali

1) Il tono dell’articolo deve ben adattarsi con il pubblico a cui ci si rivolge. Non ha alcun senso scrivere un articolo pieno di paroloni e tecnicismi che non apporterà nessun beneficio al lettore in quanto di difficile comprensione.

2) Formattazione e grafica devono invogliare il lettore a proseguire e non far venir voglia di chiudere la pagina. A volte, in alcuni blog ci si ritrova con grafiche invasive ed invadenti, formattazioni che rendono la lettura poco fluida, immagini fuorvianti. Niente di più sbagliato.

3) Immagini e altri strumenti multimediali coerenti aiutano ad attrarre l’attenzione del lettore. L’importante è che siano una sorta di appendice dell’articolo e che comunichino lo stesso messaggio.

4) Rispettare le tecniche SEO è essenziale per beneficiare del vantaggio di migliorare il posizionamente e l’indicizzazione del sito web sui motori di ricerca.

 

In conclusione, uno strumento del genere va assolutamente sfruttato nel migliore dei modi e, almeno all’inizio, è opportuno affidare la scrittura degli articoli a copywriter esperti per dare una bella spinta SEO. In seguito si potranno anche alternare contenuti più spontanei e meno rigidi ma tenendo sempre ben presente che Google premia determinati siti web che si attengono alle “regolette” che ha deciso di usare per la selezione dei contenuti in ottica UX.

Senza dubbio, quello per il Blog è uno degli investimenti migliori che un’azienda possa fare, nel momento in cui decide di essere presente sul web.

Dubbi? Domande? Scrivici cliccando qui

blog aziendale
blog aziendale